Filosofia Inklink

La ricostruzione archeologica può essere considerata uno dei punti di arrivo della nostra attività di illustratori.
Tutto il nostro lavoro nasce e si sviluppa in seno alla tradizione dell’illustrazione su carta, ed ha l’intento specifico di suscitare emozioni mediante il disegno.
Il nostro modus operandi è frutto di un lungo cammino di educazione all’immagine, che, passando attraverso l’apprendimento ed il perfezionamento di tecniche molto diverse tra loro, ci ha portato al raggiungimento di un obiettivo importante: il pieno coinvolgimento del pubblico sia nell’ambito dell’illustrazione tradizionale, sia in quello della restituzione grafica a carattere storico.

Nel campo delle ricostruzioni archeologiche, il dialogo continuo tra il committente ed i professionisti del nostro team costituisce uno dei principi alla base del nostro modo di lavorare: è questo dibattito costante che permette di accorciare la distanza tra il linguaggio scientifico e quello figurativo.
Allo stesso modo, il confronto prosegue all’interno dello Studio; il nostro metodo si fonda infatti sull’interdisciplinarietà, che si esplica nella collaborazione tra persone aventi diverse esperienze formative e nella  possibilità di integrare le tradizionali tecniche di disegno su carta con strumenti digitali.

Varie figure professionali (il maestro d’arte, l’architetto, l’illustratore, il tecnico grafico, l’archeologo etc.) si alternano all’interno di un progetto: la commistione dei diversi contributi personali dà vita ad un prodotto caratterizzato da forti connotati di originalità e di unicità, in cui il tutto non si esaurisce in una semplice somma delle parti che lo compongono. Ogni tavola da noi creata rappresenta quindi un unicum irripetibile, siamo tanto illustratori quanto artisti.
In questa opera corale rivestiamo il ruolo di registi e scenografi, prestando la massima cura ai minimi particolari e rivolgendo grande attenzione allo studio delle pose, delle luci, delle ombre. 
L’intera progettazione del lavoro è attentamente coordinata, al fine di comunicare il messaggio culturale con tutti gli strumenti a nostra disposizione.
Alcune delle nostre tavole muovono da un’immagine o da uno schizzo per giungere ad una ricostruzione tridimensionale, altre seguono invece il percorso inverso.
La moderna tecnologia digitale, una su tutte la modellazione 3D, permette di attingere ad una fonte inesauribile di spunti creativi; dalla fusione tra disegno manuale e restituzione tridimensionale si aprono prospettive inedite.

Questa molteplicità di approcci alla base di ogni singolo progetto è il nostro punto di forza, messo al servizio della comunicazione.
Il linguaggio figurativo è quello che meglio riesce, con la sua immediatezza e la sua carica espressiva, a comunicare e far comprendere contenuti scientifici spesso assai complessi ad un vasto pubblico, mentre l’adozione di un metodo interdisciplinare garantisce la trasmissione del messaggio culturale mediante il veicolo artistico di volta in volta più appropriato.

Le nostre ricostruzioni archeologiche altro non sono che un’interpretazione artistica dell’interpretazione scientifica.

E’ questa la filosofia Inklink!

Top